Chiara di Dio MusicalIl musical sulla vita di Santa Chiara, che ha fatto registrare sempre il tutto esaurito, è nuovamente in scena al Teatro Metastasio di Assisi, ogni sabato alle 21:30 e ogni domenica e festivi alle ore 14:30.

A grande richiesta ritorna ad Assisi il musical dedicato alla figura di Santa Chiara, il musical completamente dedicato alla figura e alla vita di Santa Chiara, è scritto e diretto da Carlo Tedeschi, che si è avvalso delle Fonti Francescane.

Si tratta di uno spettacolo emozionante e commovente che ha come scopo quello di raccontare la vita di una delle più importanti figure del cattolicesimo insieme a San Francesco. Con uno stile originale e innovativo il regista Carlo Tedeschi basa la performance e lo svolgimento della recita sul flashback: “Chiara di Dio” inizierà con una Santa Chiara in fin di vita per poi rappresentare le vicende più significative della sua vita.

Da sottolineare che Santa Chiara è la patrona della televisione, la sua proclamazione avvene ad opera di Pio XII il 14 febbraio 1958, perché prima discepola di San Francesco, nella notte di Natale del 1252, ebbe la grazia di poter vedere dalla sua cella la celebrazione che si svolgeva in chiesa. “Un’ esperienza di televisione mistica”, l’ha definita il Cardinal Bertone quando concluse la giornata di ricordo del cinquantesimo anniversario dell’iniziativa di Papa Eugenio Pacelli, aggiungendo poi che Santa Chiara non è solo la patrona della tv, ma può insegnare anche come rapportarsi oggi con il mezzo televisivo. Nel musical questa scena è riproposta con effetti coreografici e scenografici di grandi impatto.

Il musical, richiesto dal comune di Assisi e da San Damiano all’autore e regista, ha debuttato in occasione della ricorrenza dei 750 anni dalla morte di Santa Chiara nel 2004 ed è stato eccezionalmente rappresentato l’11 agosto 2004 anche nel bellissimo scenario di San Damiano. Lo spettacolo è in pianta stabile al Teatro Metastasio dal 9 agosto 2008, in tre anni di permanenza ad Assisi il bilancio è lusinghiero, oltre 76.000 spettatori, pur essendo in lingua italiana ha raccolto vasti consensi anche da un pubblico internazionale. Oltre 600 rappresentazioni, 1 milione e mezzo di turisti provenienti da tutto il mondo hanno potuto visitare la mostra e vedere i filmati nel teatro luogo di accoglienza rimasto aperto tutti i giorni, circa 200 tra artisti, tecnici e collaboratori coinvolti, 4 le lingue in cui è stato tradotto il copione. Oltre 110 i giovani che la compagnia teatrale ha coinvolto attraverso stage teatrali gratuiti e attraverso l’ Accademia del Musical aperta dallo scorso settembre ad Assisi.

“Chiara di Dio” è così diventato ormai un punto di riferimento per i pellegrini che giungono nella città serafica; un coronamento al viaggio nella città di Chiara e Francesco che nello spettacolo emergono con tutta la loro personalità, umanità e santità.

Il musical fa emergere l’umanità e l’attualità dei due giovani Chiara e Francesco, un esempio per i ragazzi di oggi nonostante siano trascorsi otto secoli. Proprio per questa sua straordinaria attualità sono ormai oltre un centinaio le compagnie amatoriali che hanno rappresentato il musical non solo in Italia, ma anche in America Latina, Germania e Svizzera, coinvolgendo oltre 5 mila giovani.

Nella sua riedizione Carlo Tedeschi presenta il celebre musical sulla vita della santa di Assisi riallestito con effetti speciali inediti: lo spettatore avrà la possibilità di vedere Chiara e Francesco nei luoghi dove hanno vissuto, ovvero la Cattedrale di San Rufino dove si sono incontrati, il chiostro di San Damiano, la Porziuncola, la cella di San Damiano dove Chiara è morta, i boschi di Santa Maria degli Angeli.

Queste scelte rendono la produzione capace di attualizzare il misticismo ed al contempo la concretezza della prima donna della storia della Chiesa che abbia dettato la regola del proprio ordine.

La trama: Un vecchio spiega l’esigenza di raccontare la vita di Santa Chiara, utilizzando le parole di Papa Giovanni Paolo II, dice che “è veramente difficile disgiungere questi due nomi, Francesco e Chiara”. Li definisce “fenomeni”, “leggende”. Lo spettacolo inizia con Chiara morente, intorno a lei le consorelle piangenti. Chiara sfinita, chiede “una cerasa”, una ciliegia. Lei abituata ai digiuni, chiede, con una umanità straordinaria, qualcosa per sé. Agnese manda di corsa una sorella nel chiostro, ma siamo in agosto e non è stagione di ciliegie, e nei pochi minuti che separano questa richiesta di Chiara dal ritorno della consorella (che arriverà miracolosamente con la ciliegia tra le dita) scorrono il primo ed il secondo tempo, con gli avvenimenti più toccanti della sua vita: l’incontro con Francesco, la fuga da casa, il taglio dei capelli per la sua consacrazione, lo spettacolare confronto con i Saraceni.

Uno stile di recitazione del tutto particolare, musiche e canzoni originali per una regia quasi cinematografica, rendono il musical altamente suggestivo e coinvolgente.

Autore: Carlo Tedeschi
Regia: Carlo Tedeschi
Genere: musicale

Ogni sabato ore 21:30, domenica e festivi alle ore 14:30
Teatro Metastasio
Piazzetta Verdi, 1 – Assisi
a 250 metri dalla Basilica di San Francesco
Info e Prevendita: Tel. 075815381- Cell. 3897828080.
Per agenzie e gruppi possibilità di concordare spettacoli in date e orari diversi dalla programmazione.

Print Friendly
Offerte e promozioni
Corsi e iniziative